Marketplace, anche in Italia l’ultima novità di Facebook

Posted by | 31 agosto 2017 | Social, Web | No Comments
Riuscite a ricordare cosa stavate facendo nell’ottobre dello scorso anno? Mark Zuckerberg sì: lanciava Facebook Marketplace in Usa, Australia, Regno Unito e Nuova Zelanda e poco dopo anche in Cile, Canada e Messico. L’esperimento è stato un successo, tanto da proseguire il rollout anche in Italia e in altri 16 Paesi. Una piattaforma come Facebook, molto affidabile per la targetizzazione e la geolocalizzazione degli utenti, non poteva perdere l’occasione di espandersi in un mercato nuovo per il social network.

Come funziona?

Dopo aver aggiornato l’app di Facebook, l’icona di Marketplace comparirà nella barra delle notifiche, oppure nel menù a sinistra se si naviga da desktop. Schiacciando sull’icona si accede ad un’area con diversi annunci tarati sui propri interessi: l’algoritmo che gestisce la presentazione si basa sulle pagine a cui si è messo un “mi piace”, e sulle attività che si svolgono su Marketplace. È possibile applicare dei filtri alla ricerca, in base alla categoria di prodotto, al prezzo e alla distanza geografica tra venditore e compratore. Il mercato, su cui si trova di tutto, anche auto e immobili, è accessibile solo agli utenti maggiorenni. Vietate invece la vendita di prodotti illegali, armi da fuoco, alcol e animali.  

Come si paga?

Per ora in Italia i pagamenti non avvengono attraverso Facebook. La trattativa è gestita dagli utenti, a cui spetta il compito di decidere il prezzo finale e la modalità di invio del bene acquistato. Questo gap nel sistema dei pagamenti rende Marketplace in Italia adatto alle trattative tra privati ma non ideale per le vendite delle aziende. Forse le cose cambieranno, uniformandosi al funzionamento della piattaforma negli Stati Uniti, come spiega al Corriere della Sera la vice presidente di Marketplace Deborah Liu: «Negli States, dove sono attivi i pagamenti peer-to-peer via Messenger, gli utenti possono decidere di finalizzare la transazione online».  

Sarà un flop?

È ancora presto per fare previsioni sull’accoglienza di Marketplace in Italia. Negli Stati Uniti però, in maggio sono stati pubblicati 18 milioni di proposte, soprattutto per la vendita di mobili, vestiti da donna, prodotti per bambini e ragazzi. Riuscirà Marketplace a infastidire dei colossi del settore come eBay e Amazon?
hai domande ?
vuoi richiedere informazioni ?
clicca qui

McStudio ti informa

Il sito utilizza cookie propri e di terze parti per offrirti un servizio in linea con le preferenze da te manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie, clicca qui. Se prosegui nella navigazione selezionando un elemento del sito, acconsenti all'uso dei cookie.