5 consigli per creare una landing page funzionale

By Novembre 18, 2020 Grafica & Design, Strategia

5 consigli per creare una landing page funzionale

landing page funzionale

La landing page è uno degli strumenti per attuare una valida strategia di comunicazione, ma deve essere ben strutturata.

La landing page è uno degli strumenti che abbiamo a disposizione per attuare una strategia di comunicazione vincente. Per ottenere gli obiettivi prefissati la landing page deve essere innanzitutto coerente con la brand identity e la strategia pianificata. In secondo luogo deve essere costruita seguendo alcuni principi basilari.

In questo articolo ti forniamo 5 consigli per creare una landing page funzionale, partendo però da un’importante premessa: non esiste un modo universale per ottimizzare questo strumento. Ogni azienda ha strategie e obiettivi diversi, quindi i vari strumenti di comunicazione dovranno essere progettati eseguendo analisi e test specifici.

Ogni cliente acquista prodotti e servizi per motivi differenti. Alcuni acquisti sono dettati dalle esigenze, altri dai desideri: questo dovrebbe chiarire la necessità di dedicare a questo utilissimo prodotto di marketing la giusta cura.

Chiarezza e completezza delle informazioni

L’attenzione delle persone è breve, una landing page deve quindi essere chiara, completa ed esaustiva.

Struttura quindi il testo in tanti brevi paragrafi, con pochi elementi di design come lo spazio negativo. Per il testo cerca di sfruttare elenchi puntati e numerati, utilizzando il grassetto per mettere in risalto alcune parole chiave.

L’importanza di testare gli strumenti

Uno dei punti di forza degli strumenti digitali è la possibilità di testare la loro “bontà” prima di utilizzarli. Nel caso di una landing page puoi quindi procedere con un A/B test modificando una sola variabile alla volta. Qualche esempio:

  • testa il copy: due versioni con lo stesso design ma testi differenti;
  • testa il form di contatto: meglio tanti campi da compilare o pochi?

Uno degli A/B test più diffusi riguarda la lunghezza della landing page: deve essere lunga o breve? Secondo varie analisi, sono stati identificati 3 fattori che possono dare risposta a questa domanda:

  • motivo della visita: i visitatori del sito hanno familiarità con il tuo servizio e sono pronti per l’acquisto o cercano solo informazioni su come risolvere un problema generale? I potenziali clienti hanno bisogno della tua soluzione immediatamente? Oppure non hanno bisogno di molte informazioni per acquistare?
  • percezione verso l’azienda: il cliente ha sentito parlare del tuo prodotto e si fida del tuo marchio? I visitatori che hanno familiarità con il tuo prodotto o marchio risponderanno meglio con una breve pagina, mentre quelli che non hanno familiarità avranno probabilmente bisogno di più contenuti per conoscerti e avere fiducia.
  • costo della conversione: il tuo prodotto è economico o costoso? Richiede al tuo potenziale cliente di fare qualcosa di facile o difficile? I prodotti costosi richiedono spesso informazioni aggiuntive per aiutare gli acquirenti a comprendere il valore di ciò che offri, mentre gli acquisti poco costosi richiedono meno pensiero (e meno testo). Chiedere al cliente di fare qualcosa che richiede molto tempo e impegno potrebbe anche richiedere un testo più lungo.

Rafforza il messaggio

L’obiettivo principale di una landing page è far compiere un’azione all’utente. Questo invito all’azione deve quindi essere costantemente rafforzato all’interno di questa pagina.

Assicurati innanzitutto che le CTA (Call To Action, ovvero l’invito all’azione) appaiano più volte nelle landing che richiedono lo scorrimento. Attenzione però a non esagerare: generalmente 2 o 3 sono sufficienti se la landing page è di media lunghezza.

Rafforza inoltre continuamente ciò che chiedi. Ricorda ai visitatori perché si trovano sulla pagina e assicurati di aggiungere contenuti collegati tra di loro per dare ai visitatori un motivo per continuare a leggere.

Navigazione piacevole

L’aspetto visuale non deve essere tralasciato. Ecco tre punti chiave:

  • la tua pagina deve essere leggera in modo che il caricamento sia veloce, l’inserimento di pochi elementi aiuta questo fattore;
  • differenzia le sezioni (le famose “fasce” con colori diversi);
  • aggiungi foto, video e illustrazioni (rendono la navigazione più divertente e chiara).

Origine del traffico

Una landing page è necessariamente collegata ad altri strumenti che ne originano il traffico. Da dove provengono le persone che atterrano sulla pagina? Un aspetto da non sottovalutare in quanto i pubblici dei diversi canali di comunicazione hanno esigenze e stili diversi.

Le persone arrivano dalle inserzioni su Google o da un adv su Facebook? Oppure ancora dalle ricerche organiche? In questo caso dovresti lavorare sul lato SEO delle pagine, con un lavoro differente dai due casi citati prima.

In ogni modo, dovrai comunque rendere le landing mobile first, ovvero navigabili allo stesso modo indipendentemente dal dispositivo usato: smartphone, tablet, pc.

Vuoi approfondire l’argomento?

Scrivici per una consulenza!

Scrivici