LinkedIn odi et amo: come farlo funzionare al meglio

By Settembre 20, 2018 Febbraio 19th, 2020 news, Social media

LinkedIn odi et amo: come farlo funzionare al meglio

Linkedin odi et amo

Con LinkedIn non si scherza: utilizzarlo in maniera strategica significa vincere.

Quante volte avete aperto un profilo su social media, siti web, e-commerce e poi lo avete bellamente abbandonato a se stesso? Ricordatevi però che su LinkedIn questa procedura è vietata. Con LinkedIn non si scherza.

Purtroppo se aprire un profilo su questo social e lasciarlo incompleto, deserto e non aggiornato fosse davvero vietato, l’ecosistema sarebbe molto più efficiente. Ecco perché è importante avere cura del proprio profilo e soprattutto sfruttare tutte le potenzialità che la piattaforma offre alle aziende.

LinkedIn per i privati

Il concetto chiave di ogni social media è senza dubbio la condivisione che si lega in modo stretto alla relazione. Sotto questa luce, LinkedIn non si discosta troppo da Facebook, Twitter o Instagram. Il “social network del lavoro” non si riduce infatti ad un mero elenco di incarichi e capacità. E considerare LinkedIn solamente come un luogo dove inserire il curriculum vitae digitale non permette di sfruttarne a pieno tutte le potenzialità.

I lavoratori che creano un profilo professionale devono infatti avere cura di costruire relazioni, come ricorda Riccardo Scandellari nel suo articolo “Non sei un profilo LinkedIn”. Solo in questo modo infatti potranno allo stesso tempo cercare nuove opportunità di lavoro, crescere dal punto di vista professionale e investire sulla propria formazione.

LinkedIn per aziende e professionisti: 3 passi fondamentali

LinkedIn mette inoltre a disposizione una serie di strumenti anche per le aziende. Attenzione: anche in questo caso la parola chiave rimane la stessa, ovvero relazioni e fiducia. Le aziende possono infatti creare una propria pagina aziendale da non confondere con quella creata su altri social come Facebook o Instagram.

Ogni azienda o libera professione possiede le proprie peculiarità, ma ci sono 3 passi fondamentali da seguire per lavorare con LinkedIn:

  • inserire informazioni rilevanti, veritiere e aggiornate;
  • curare la grafica: immagine del profilo e di copertina devono essere coerenti con il brand;
  • creare una rete: i dipendenti dell’azienda sono sulla piattaforma? Hanno inserito le informazioni corrette sul loro profilo?

Come sfruttare al meglio LinkedIn

LinkedIn, come dicevamo, è il luogo ideale per costruire e mantenere relazioni professionali. La piattaforma mette a disposizione diversi strumenti di advertising per permettere alle aziende di farsi conoscere e raggiungere il target prescelto. Come sfruttarlo quindi al meglio?

  • Inserire LinkedIn in una più ampia strategia di comunicazione: affidarsi ad un semplice canale per comunicare la propria azienda non regala nessun tipo di risultato. Il profilo LinkedIn deve diventare una delle tante “armi” a vostra disposizione.
  • Creare un piano editoriale: inserire informazioni riguardo la vostra azienda e qualche offerta di lavoro non è sufficiente. Occorre studiare un piano editoriale attraverso cui pubblicare contenuti utili e interessanti per il vostro target di riferimento.
  • Progettare campagne di LinkedIn Advertising: imprescindibile anche su questa piattaforma, le promozioni a pagamento consentono di aumentare il raggio di azione. La piattaforma propone diverse soluzioni di advertising, che ben si adattano alle diverse strategie.

 

Mc Studio è pronto a far decollare la vostra strategia, LinkedIn compreso!